DAVISGIOIELLI MOBILE
LE 4C DEL DIAMANTE: cARATI, PUREZZA, COLORE E TAGLIO
Prima di acquistare un bene così prezioso abbiamo bisogno di precisi ed universali standard qualitativi.
Al giorno d'oggi il sistema più utilizzato ed accettato a livello internazionale e' il sistema di classificazione del G.I.A. - Gemological Institute of America, che si basa sull'analisi delle "4C":
CARATI (Carat) L'unita' di misura di peso per i Diamanti e le pietre preziose in generale e' il Carato metrico che equivale a 0,20 grammi. Non bisogna confondere il carato per la misurazione del peso delle gemme con il "carato titolo dell'oro". Il "carato titolo" indica la purezza dell'oro
PUREZZA (Clarity) In natura i diamanti realmente "puri" sono estremamente rari. Il termine purezza in questo caso non ha niente a che vedere con la composizione chimica del diamante, ma si riferisce a quelle minutissime imperfezioni all'interno del diamante che ne possono sminuire la trasparenza e quindi anche l'attrattiva.
COLORE (Color) Il Diamante e' l'unica gemma in cui l'assenza di colore ne determina il valore. Vista l'impercettibilità' delle distinzioni fra i vari gradi di colore all'interno della gamma commerciale, e la differenza di prezzo tra una categoria ed un'altra, questa terza "C" e' forse la più difficile da determinare, necessita quindi di attrezzature sofisticate e un alto livello di professionalità. Quindi più i diamante e' incolore, più aumenta il suo valore. Il GIA ha perfezionato una SCALA DEL COLORE nel Diamante suddividendola nelle lettere dell'alfabeto, partendo però dalla lettera D.
TAGLIO (Cut) Può essere descritto come il contributo dell'uomo alla bellezza di un diamante. Esso incide sugli altri standard qualitativi che abbiamo visto sino ad ora, ad esempio, esaltare il colore o nascondere alcune inclusioni. La professionalità ed il talento del tagliatore devono misurarsi con un compromesso molto importante: brillantezza ottimale del diamante tagliato e massima ritenzione di peso dal grezzo. La brillantezza e' in buona parte condizionata dalle proporzioni tra ogni faccetta della pietra stessa. Riuscendo a rispettarle il ritorno di luce e' massimo e non accade cio' che si puo' vedere nelle fotografie seguenti.

 
Versione Classica di davisgioielli.com
© 2017 Davisgioielli Group - Davis S.a.S. - c.f. & p.iva IT00657560322